SINGLE È fondamentalmente una forma di meditazione in movimento su tutto il corpo

È fondamentalmente una forma di meditazione in movimento su tutto il corpo

Spero che un giorno non dovrò lottare così duramente per la mia sanità mentale; tuttavia, fino ad allora, ecco un elenco di cose che faccio ogni giorno per sconfiggere la depressione.

1. Nuota.

Inizio la giornata in piscina. Mi faccio vedere prima ancora di poter pensare a cosa sto facendo immergendomi in tre metri di acqua fredda carica di cloro con un mucchio di altri pazzi. Tom Cruise crede che tutto ciò che una persona depressa deve fare per sbarazzarsi del blues è allacciarsi un paio di scarpe da corsa. Penso che siano necessari alcuni altri passaggi, tuttavia, l’esercizio fisico è l’arma più potente che uso ogni giorno per colpire i demoni. Se trascorro più di tre giorni senza allenarmi, i miei pensieri diventano molto cupi e non riesco a smettere di piangere. Tutti gli allenamenti aerobici rilasciano endorfine, mentre aiutano a bloccare gli ormoni dello stress e producono serotonina, il nostro neurotrasmettitore preferito che può alleviare la depressione. Tuttavia, il nuoto è particolarmente efficace per ridurre il panico e la tristezza a causa della combinazione di meccanica dell’ictus, respirazione e ripetitività. È fondamentalmente una forma di meditazione in movimento su tutto il corpo.

Volumi di ricerca indicano i benefici dell’esercizio fisico per l’umore, come lo studio condotto da James A. Blumenthal, PhD, professore di psicologia medica alla Duke University di Durham, NC, che ha scoperto che, tra le 202 persone depresse assegnate casualmente a vari trattamenti, tre sessioni di intenso esercizio aerobico sono state circa altrettanto efficaci nel trattamento della depressione quanto le dosi giornaliere di Zoloft, quando gli effetti del trattamento sono stati misurati dopo quattro mesi.

2. Registra le mie “gioie”.

Una persona molto saggia una volta mi ha detto di provare a lasciare andare i grandi pensieri (“Perché soffro di depressione?” “Quando mi sentirò meglio?” “Mi sentirò mai di nuovo bene?”) E di concentrarmi invece sul piccolo gioie che accadono durante la mia giornata, per permettere a quegli ignari momenti di gioia di trascinarmi su quelli carichi di ansia e tristezza. Così ogni giorno registro nel mio diario dell’umore un elenco di gioie: una lunga nuotata con gli amici, la manina di mia figlia nella mia mentre attraversavamo una strada, l’espressione orgogliosa di mio figlio dopo aver fatto un canestro da tre punte, sette ore di sonno, un cena calda. Questo esercizio mi costringe ad essere aperto a piccole gioie, a raccoglierle e ad avere più apprezzamento per ciò che è giusto di fronte a me. Psicologi come Sonja Lyubomirsky, PhD, presso l’Università della California Riverside affermano che tenere un diario della gratitudine (o un elenco di gioie) può aumentare la tua energia e alleviare il dolore e la fatica.

3. Elenca i miei risultati.

Ho iniziato a farlo quando ero troppo depresso per lavorare. Come qualcuno che aveva sempre attaccato la sua autostima ai risultati della carriera, mi sentivo completamente inutile quando non potevo produrre un singolo pezzo di scrittura. Ho letto libri di psicologi positivi ed esperti di felicità come Dan Baker, PhD, direttore del Life Enhancement Program al Canyon Ranch, che ha detto di iniziare con piccoli risultati e costruire forza e fiducia da lì. Quindi la mia lista includerebbe cose come: ho mangiato una colazione completa, fatto la doccia, preso i bambini a scuola, chiamato mia madre, fatto la spesa, scritto a mio marito un’e-mail affettuosa, letto un capitolo di un libro. Oggi mi assicuro di registrare tutti i miei sforzi per una buona salute: elenco quanti giri ho nuotato, quanti minuti ho meditato, se ho aiutato qualcuno con la sua depressione, o se ho fatto una scelta alimentare difficile (ho mangiato una noiosa insalata di spinaci a pranzo quando tutti stavano mangiando gustosi calzoni). Registrerò le imprese del lavoro (cioè, scriverò un blog), ma mi assicuro di bilanciare il mio elenco con i tipi di risultati piccoli ma importanti che spesso respingo (ho aiutato mio figlio con il suo progetto scolastico, ho parlato con un amico dell’ansia, ho preso il tè con mio marito invece di correre al lavoro).

4. Ridere.

Charlie Chaplin una volta disse: “Per ridere veramente, devi essere in grado di sopportare il tuo dolore e giocarci. “Suppongo che sia per questo che alcune delle persone più divertenti là fuori – Stephen Colbert, Art Buchwald, Robin Williams, Ben Stiller – hanno attraversato periodi di tormento. C’è un messaggio non detto nascosto in una risatina che dice questo: “Prometto che ce la farai. “In effetti, il Big Apple Circus di New York City usa l’umorismo per consolare i bambini malati dal 1986, quando hanno iniziato a inviare squadre di pagliacci nelle stanze d’ospedale con” zuppa di pollo di gomma “e altre divertenti sorprese.

Gli studi indicano che gli esseri umani possono guarire (almeno parzialmente) da una miriade di malattie diverse se imparano a ridere. Ad esempio, nel 2006 i ricercatori guidati da Lee Berk, DrPH e Stanley A. Tan, MD, PhD, presso la Loma Linda University di Loma Linda, in California, hanno scoperto che due ormoni: le beta-endorfine (che alleviano la depressione) e la crescita umana ormone (HGH, che aiuta con l’immunità) – è aumentato rispettivamente del 27% e dell’87%, quando i volontari si aspettavano di guardare un video divertente. La semplice previsione delle risate ha potenziato gli ormoni e le sostanze chimiche che proteggono la salute.

5. Medita.

Ho letto più di 100 articoli su come la meditazione può aiutare ad alleviare la depressione e l’ansia. La ricerca ha dimostrato che le pratiche formali di meditazione possono dimezzare il rischio di futura depressione clinica in persone che sono già state depresse più volte, i suoi effetti sono paragonabili ai farmaci antidepressivi. Giuro che è stata la storia principale di ogni sito Web sulla salute almeno una volta alla settimana negli ultimi cinque anni. È da quanto tempo cerco di farlo. Senza successo. Fino a quando non mi sono iscritto a un programma di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza (MBSR) presso l’ospedale locale. Ho ancora due settimane prima di diplomarmi alla scuola di meditazione e sono ben lungi dall’indossare uno di quei sorrisi radiosi che abbelliscono i volti dei monaci tibetani; tuttavia, sono stato in grado di portare a termine il mio impegno di 20 minuti di meditazione al giorno. La meditazione, da sola, non elimina tutti i miei sintomi di depressione come suggeriscono alcuni studi, ma penso che stia allungando l’intervallo di tempo tra pensieri negativi intrusivi, o almeno rendendo il mio cervello un ambiente meno sano per farli prosperare.

6. Assumi DHA e vitamine.

Ok, questo viene da qualcuno che riceve cataloghi di vitamine inviati a casa sua, ma credo che un cervello armato di tutti i nutrienti giusti ridurrà al minimo la tua lotta con la depressione di almeno il 50%. Comincio con 2.000 milligrammi di DHA. Questo è un carico di madre. Ma considera questo: un quarto del cervello è DHA. Il famoso neurologo David Perlmutter, MD, nomina tre motivi per cui hai bisogno di DHA extra nel suo libro bestseller “Grain Brain”:

Il DHA è un importante elemento costitutivo per le membrane che circondano le cellule cerebrali, in particolare le sinapsi, che si trovano al cuore di una funzione cerebrale efficiente. In secondo luogo, il DHA è un importante regolatore dell’infiammazione. Riduce naturalmente l’attività dell’enzima COX-2, che attiva la produzione di sostanze chimiche infiammatorie dannose … [E] il DHA aiuta a orchestrare la produzione, la connettività e la vitalità delle cellule cerebrali mentre allo stesso tempo migliora la funzione.

Prendo anche vitamina D liquida e vitamina B12 (perché in questo modo vengono assorbite più facilmente), così come ferro, vitamina K2, vitamina C, calcio e magnesio. La vitamina D e le vitamine del complesso B sono particolarmente importanti per una salute mentale ottimale.

7. Bere un frullato potente.

Dicono che la colazione sia il pasto più importante della giornata, quindi inizio con un frullato di cavolo, bietola, spinaci o cavolo cappuccio mescolato con ananas o fragole. Poi aggiungo un potente probiotico, una miscela in polvere contenente batteri (sì, avete letto bene) che aiuta a mantenere sano l’intestino e supporta la digestione. Perché? Perché il tuo cervello è sano quanto il tuo intestino. In effetti, il sistema nervoso del tuo intestino è così complesso, inclusi circa 500 milioni di neuroni, che i neuroscienziati spesso si riferiscono all’intestino come al secondo cervello. Le cellule nervose del nostro intestino producono dall’80 al 90 percento della serotonina del nostro corpo, il neurotrasmettitore di cui abbiamo bisogno per rimanere sani di mente. È più di quello che fa il nostro cervello. L’intestino è in costante comunicazione con il cervello, inviandogli informazioni che influiscono sicuramente sul tuo umore, anche se i messaggi non arrivano mai alla coscienza. Se sei una persona che ha lottato con problemi di stomaco e digestione come me, potresti essere sorpreso di apprendere che alcuni sintomi di depressione e ansia possono essere alleviati curando l’intestino e nutrendolo con organismi che lo rendono felice.

8. Evita lo zucchero e i cereali.

I più venduti “Grain Brain” del Dr. Perlmutter e “Wheat Belly” del cardiologo preventivo William Davis, MD, dovrebbero essere letture obbligatorie per chiunque sia incline a depressione e ansia. Entrambi gli autori spiegano che la pietra angolare di tutte le condizioni degenerative – tra cui depressione, ansia e disturbo bipolare – è l’infiammazione e gli stimolatori più importanti dell’infiammazione nella nostra dieta sono il glutine e lo zucchero. Ci mettiamo nei guai perché non riusciamo a sentire l’infiammazione nel nostro cervello come possiamo in altre parti del corpo, quindi raramente colleghiamo un tipo di cibo che mangiamo al nostro umore. Perlmutter sottolinea che uno studio dopo l’altro dimostra che anche le persone che soffrono di disturbi dell’umore tendono ad essere sensibili al glutine e viceversa: la depressione si trova nel 52% degli individui sensibili al glutine. Questo è stato il caso di me. Sono stato testato due mesi fa. Spiega anche come ora abbiamo prove documentate che dimostrano la relazione tra l’emoglobina A1C (che è una misura della nostra glicemia media) e il rischio futuro di depressione. Gli studi hanno dimostrato che una dieta povera di carboidrati e ricca di grassi può migliorare i sintomi della depressione e della schizofrenia.

9. Usa la mia lampada solare.

Questa è di gran lunga la cosa più semplice che faccio sulla lista. Ogni mattina accendo la lampada solare sulla mia scrivania. Un’ora dopo, lo spengo. È relativamente piccolo per produrre luce fluorescente a spettro completo con un’intensità di 10.000 lux. Se ho passato qualche ora fuori, o se so che lo sarò, non mi preoccupo. Tuttavia, per la maggior parte dei mesi autunnali e invernali – e per i giorni bui di pioggia durante la primavera e l’estate – la mia scatola solare mi aiuta a regolare il mio ritmo circadiano, l’orologio biologico interno del corpo che governa determinate attività delle onde cerebrali e la produzione di ormoni. La fluttuazione della luce naturale può causare lo spostamento di sostanze chimiche legate all’umore, causando depressione in persone sensibili come me. Quindi, se la natura non mi dà ciò di cui ho bisogno, lo do a me stesso.

10. Pregate.

Molte persone mettono insieme meditazione e preghiera. Penso che siano molto diversi. La meditazione, per me, è un esercizio di salute mentale per essere consapevole del mio respiro e rimanere il più possibile nel momento presente. La preghiera è la mia sessione di chat con Dio. Inizio dicendo le mie tre preghiere preferite: “La preghiera di San Francesco”, “La preghiera della serenità” e “La preghiera del terzo passo. “Tutti fondamentalmente dicono questo:” Big Guy, ti metto al comando oggi perché, proprio come ieri, il mio cervello si sente come Chuck E. Cheese in Kids Eat Free Night. Spero che tu possa usare la mia lotta e il mio dolore per una causa più grande e, in caso contrario, per favore non farmelo sapere. Aiutami a vedere con occhi di fede, speranza e amore, ea sbagliare sempre dalla parte della compassione. Poi ho letto un passo delle Scritture, così come un pezzo di un reduslim belen autore spirituale, come Henri Nouwen. Se ho ancora tempo, o se sono particolarmente ansioso, pregherò il rosario ancora e ancora, finché non riesco a riprendere fiato.

Importante: le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell’autore e non di Everyday Health.

Iscriviti alla nostra newsletter sul benessere mentale!

Le ultime novità in fatto di salute emotiva

Risorse per la salute mentale per i neri americani

In un periodo segnato da una pandemia globale e da sconvolgimenti razziali, a chi possono rivolgersi i neri americani per chiedere aiuto?

Di Melba Newsome, 30 aprile 2021

Cosa sta determinando l’impennata dei crimini anti-asiatici e come possiamo aiutare le vittime?

Le sparatorie ad Atlanta hanno evidenziato l’aumento dei crimini ispirati dall’odio contro gli asiatici americani. Cosa si sta facendo per affrontare la violenza e le ripercussioni sulla salute mentale. . .

Di Don Rauf, 25 marzo 2021

Un terapista parla: il vero spunto dall’intervista di Oprah a Meghan e Harry

L’intervista dell’anno ha rivelato problemi mentali che colpiscono molte più persone rispetto ai semplici membri della famiglia reale.  

Di Allison Young, MD, 18 marzo 2021

5 idee sbagliate comuni sulla violenza domestica

Chiamare la polizia aiuta, il trauma attira il trauma e altre verità ovvie sulla violenza domestica che non reggono i fatti.

Di Allison Young, MD, 10 febbraio 2021

Quando l’universo ci consegna l’incertezza, cuociamo

Mentre la pandemia infuria, ho iniziato a cuocere per calmare i miei nervi. Così ha gran parte del paese. Perché?

Di Alicia Raeburn, 9 febbraio 2021

Boxed In: “Cosa ci ha insegnato COVID-19 sul razzismo come crisi per la salute pubblica”

In questo episodio di Boxed In, lo psichiatra e redattore capo di Everyday Health Medical Patrice Harris, MD, discute di come le disparità all’interno dell’assistenza sanitaria. . .

Di Maureen Connolly, 12 novembre 2020

Fare la differenza: Patrice Harris, MD, mira a incorporare la salute mentale nell’assistenza sanitaria

Non c’è salute senza salute mentale, afferma il dottor Harris, nuovo redattore capo di Everyday Health.

Di Abby Ellin, 2 novembre 2020

Boxed nella stagione 2, episodio 3: “Perché la malattia di Lyme potrebbe offrire indizi su cosa sta succedendo con i veicoli a lungo raggio COVID-19”

Brian Fallon, MD, direttore del Center for Neuroinflammatory Disorders and Biobehavioral Medicine presso la Columbia University, discute l’impatto di. . .

Di Maureen Connolly, 2 novembre 2020

Boxed nella stagione 2, episodio 2: “COVID-19 Long Haulers and the Patient Support Movement”

Le sopravvissute al COVID-19 Fiona Lowenstein e Nikki Brueggeman condividono le loro esperienze di navigazione nel sistema sanitario durante la pandemia e come stavano. . .

Di Maureen Connolly, 21 ottobre 2020

Boxed nella stagione 2, episodio 1: “L’impatto psicologico della pandemia sui bambini”

Lo psicologo Dr. Andrew Solomon e la consulente scolastica Amanda Jo Bustamante riflettono sul vero pedaggio della salute mentale del COVID-19 sui bambini.  

Di Maureen Connolly, 15 ottobre 2020 “

È difficile perdere i rituali eseguiti dal tennista professionista spagnolo Rafael Nadal prima e durante una partita. Dice Yahoo Sports:

Si fa sempre una doccia fredda prima di giocare una partita. Allinea due bottiglie d’acqua davanti alla sua sedia con il nome del marchio esattamente rivolto verso l’esterno. Indossa i suoi calzini in modo che i loghi sui calzini siano rivolti in una posizione esatta. Si prende il suo tempo prima di uscire per il lancio della moneta, giocherellando con questo e quello, mentre il suo avversario aspetta a rete.

Prima del riscaldamento esce in campo e lo spazza con i piedi lungo la linea di fondo e la linea di servizio (anche se è un campo in cemento ed è già stato ripulito dalla squadra di manutenzione). Prima di ogni servizio si tira fuori i pantaloni nella parte posteriore, poi fa rimbalzare la palla fino a un minuto (in un video di YouTube ha fatto rimbalzare la palla 76 volte prima di servire).

I rituali e le superstizioni durante il gioco sono abbastanza comuni tra gli atleti professionisti. La star del calcio David Beckham ha parlato pubblicamente del suo disturbo ossessivo-compulsivo OCD. La sub canadese Kelly MacDonald non è riuscita a controllare la sua ansia nonostante i rituali di schiarirsi la gola, picchiettarsi sulla gamba e sbattere le palpebre a certi passi durante il suo avvicinamento al trampolino durante le Olimpiadi di Pechino.